Per informazioni: formazione@erickson.it | tel. +39 0461 950747

Insegnanti e nuove forme familiari. Relazionarsi con alunni e genitori

Partenza del corso: 17 ottobre 2014

Durata: circa due mesi (sono stimate 50 ore di formazione online che comprendono lo studio dei materiali e lo svolgimento delle prove di verifica)

Autrici e tutor: Laura DondèMartina Rinaldi

iscriviti_oraPresentazione
Le nuove forme familiari a scuola: nuove sfide, nuove risorse: dagli anni ottanta in poi, nei Paesi dell’Europa occidentale, si è assistito ad un progressivo cambiamento del tessuto sociale ed in particolare della famiglia. Ormai tutta la letteratura internazionale è concorde nel parlare non più di “famiglia”, ma di “famiglie”, riferendosi alla varietà e molteplicità di esperienze familiari diverse che caratterizzano attualmente la società. A partire dagli anni Novanta, la cultura della ” devianza”, che considerava le forme familiari diverse da quella nucleare come non funzionanti, o “patologiche”, fonte di sofferenze soprattutto per i minori, ha ceduto il passo ad una cultura della “differenza” che, fondandosi su presupposti di diversità e molteplicità, riconosce le specificità familiari come molteplici, possibili e funzionanti. In questo panorama, diviene di fondamentale importanza il ruolo della Scuola, ed in particolare degli insegnanti, che diventano spesso un importante punto di riferimento sia per bambini e ragazzi sia per gli stessi genitori che vivono un momento delicato di cambiamento all’interno della propria famiglia.
La separazione e l’eventuale successiva ricomposizione, infatti, comportano sia una nuova configurazione del sistema famiglia, che viene ad organizzarsi attorno a più nuclei, sia una ridefinizione e rinegoziazione dei rapporti, dei confini e dei ruoli tra i suoi diversi protagonisti.
È proprio attraverso il riconoscimento delle specificità e delle complessità di tali forme familiari diverse che la Scuola può comprenderne le risorse ed individuare nuove strategie comunicative e comportamentali da mettere in atto per facilitarne la gestione e per diventare promotrice di una cultura della “differenza”.

Destinatari
Programma e contenuti
Materiali e metodologia didattica
Struttura e modalità d'accesso
Costi e modalità di iscrizione